Storia del pozzo

Storia del pozzo

0 865

Al centro della piazza vi era inoltre un pozzo pubblico, poi spostato fino al 1879 sull’altro lato, successivamente rimosso per l’apertura della via omonima e restituito al Broletto nel 1921. Lo storico pozzo che in principio sorgeva fra il palazzo della Ragione e quello dei Giureconsulti, come appare nelle vecchie stampe, era uno dei pozzi pubblici più frequentati. Questo del Broletto, alla fine del secolo XVI, non sembrava più confacente all’uso pubblico, tanto che il Vicario di Provvisione G. C. Corio ne deliberò la ricostruzione, appaltata il 14 febbraio 1583 su disegno dell’ architetto Francesco Pirovano”. Nei grafici conservati nella raccolta Bianconi, la vera di pozzo, di linea panciuta secondo il gusto del barocco incipiente, è affidata dai piedistalli di due colonne doriche, reggenti una trabeazione chiusa con timpano triangolare. Nel 1879, a seguito dello sventramento di piazza Mercanti, perse la sua utilità e funzione nella strada che si era venuta a formare, così il Comune ne deliberò la demolizione, ma grazie all’intervento della commissione conservatrice dei monumenti, si ottenere il trasporto in un cortile del Monastero Maggiore, dove giacque dimenticato fino al 1921, allorché il Comune provvide a ricomporlo dove ora si trova, fra il Palazzo della Ragione e la Loggia degli Osii.

Memorie spettanti alla storia, al governo ed alla descrizione della città, e campagna di Milano, ne' secoli bassi,
Giorgio Giulini 1714-1780

NO COMMENTS

Leave a Reply

3 × 4 =