Iconografia

Iconografia

facciata
L’edificio si presenta su due piani: a piano terra, quattro arcate con colonne toscane binate, costituiscono accesso al portico, rialzato di sei gradini sul piano del marciapiede, nel quale si svolge una scala a due rampe convergenti per l’accesso al piano superiore.
L’architettura presenta la stessa ricchezza fastosa del palazzo Giureconsulti: busti imperiali, nei riquadri sopra le colonne binate, figure femminili nei triangoli ai lati degli archi; al piano superiore lesene binate corrispondono alle sottostanti colonne; finestre triangolari fiancheggiate da sirene, timpani curvilinei spezzati, rampanti accartocciati a voluta, che contengono scudi araldici.
Di più nel mezzo dell’edificio al piano superiore, fra due lesene, si apre una nicchia in cui venne posta la statua, ad opera dello scultore Pietro Lasagna,di S. Agostino, che secondo una tradizione, avrebbe insegnato nelle scuole, mentre sopra l’arco che mette in comunicazione con la Via Orefici, il poeta latino Ausonio.

0 158
Al centro del palazzo, in alto, una statua molto simile a quella di Ausonio rappresenta invece Sant’Agostino, che la tradizione vuole fosse docente di...

0 144
Sopra il voltone di accesso a via Orefici, la statua barocca rappresenta Ausonio, il poeta latino del IV secolo, la cui lapide a sinistra...